Compositori
Switch to English

Maurice Greene

Voce
Clavicembalo
Mixed chorus
Organo
Orchestra
Flauti
String ensemble
Oboe
Violino
Tenore
Lesson
Еsercizio
Per principianti
Musica sacra
Canzone
Anthem
Voluntaries
Piece
Trio
Ouverture
per popolarità
12 Organ Voluntaries (12 Voluntaries Organo)2 Short Pieces2 Trios (2 Trii)40 Select Anthems in Score (40 Selezionare Anthems in Score)6 Overtures in 7 PartsA Collection of Lessons for the Harpsichord (Una raccolta di lezioni per il Clavicembalo)Allegro ModeratoCatches, Canons and SongsDeborah and BarakLesson in D major (Lezione in D major)Lesson in F major (Lezione in fa maggiore)Lesson in F minor (Lezione in fa minore)Lesson in G minor (Lezione in G minor)Orpheus with His Lute (Orfeo con la sua Liuto)Spenser's AmorettiThou visitest the earth (Tu visiti la terra)
Wikipedia
Maurice Greene (Londra, 12 agosto 1696 – Londra, 1º dicembre 1755) è stato un compositore e organista inglese.
Figlio di un ecclesiastico, da bambino fu ammesso nel coro della Cattedrale di St. Paul di Londra, diretto da Jeremiah Clarke e Charles King. Studiò organo sotto la direzione di Richard Brind, organista della cattedrale, a cui subentrò nell'incarico alla morte del maestro.
Alla morte di William Croft nel 1727 Greene diventò organista della Royal Chapel. Nel 1730 diventò professore di musica all'Università di Cambridge. Nel 1735 fu nominato Master of the King's Musick, una delle più importanti cariche riservate ai musicisti della corte inglese.
Scrisse numerose composizioni canore sacre e profane, tra cui l'oratorio The Song of Deborah and Barak (1732) e una raccolta di anthem (1743), il più noto dei quali è Lord, let me know mine end. Mise in musica i sonetti tratti da Amoretti di Edmund Spenser (1739). Greene morì nel 1755 lasciando incompiuta l'antologia di musica sacra Cathedral Music su cui stava lavorando. Fu William Boyce, suo allievo e successore come Master of the King's Music, a completare il lavoro e a pubblicare l'opera in tre volumi tra il 1760 e 1763. Numerosi brani di tale raccolta sono tuttora usati nella liturgia anglicana.