Compositori
Switch to English

Franz Liszt

Pianoforte
Voce
Organo
Orchestra
Mixed chorus
Men's chorus
Organo a pompa
Alto
Tenore
Baritono
Canzone
Musica sacra
Piece
Danza
Lied
Marche
Inno
Parafrasi
Sacred hymns
Choruses
per alfabeto
Grandes études de PaganiniRapsodia ungherese n. 212 Studi d'esecuzione trascendentaleSonata in si minoreAnni di pellegrinaggioHarmonies poétiques et religieusesConcerto per pianoforte e orchestra n. 1TotentanzLeggendeRéminiscences de Don JuanGrand Galop ChromatiqueFaust-SymphonieConcerto per pianoforte e orchestra n. 2MazeppaDante-SymphonieThree Concert ÉtudesConsolations, S.172 (Consolazioni, S.172)Technische Studien, S.146 (Studi Tecnici, p.146)Années de pèlerinage II, S.161PrometeoMephisto Waltz No.1, S.514 (Mephisto Waltz n.1, S.514)3 Sonetti del Petrarca, S.270Poemi sinfoniciLes préludes, S.97Étude en douze exercices, S.136 (Étude en douze esercizi, S.136)Sogno d'amorePreludes and Fugues by J.S. Bach, S.462 (Preludi e Fughe di J.S. Bach, S.462)Two Concert ÉtudesRhapsodie espagnoleHungarian Rhapsody No. 6Paraphrase de concert sur Rigoletto, S.434 (Concerto Parafrasi sul Rigoletto, S.434)Oh! quand je dors, S.282Années de pèlerinage III, S.163Ballade No.2, S.17112 Lieder von Franz Schubert, S.558 (12 canzoni di Franz Schubert, S.558)Années de pèlerinage II, Supplément, S.162Rapsodie ungheresiHungarian Rhapsody No. 12Müllerlieder von Franz Schubert, S.565 (Müller canzoni di Franz Schubert, S.565)Ouvertüre zu Tannhäuser, S.442 (Ouverture Tannhäuser, S.442)Fantasy and Fugue on the Theme B-A-C-HSoirées de Vienne, S.427 (Serate Vienna, S.427)6 Polish Songs, S.480 (6 canzoni polacche, S.480)Rondeau fantastique sur un thème espagnol, S.252 (Rondeau fantastica su un tema spagnolo, S.252)Christus (Cristo)Album d'un voyageur, S.156 (Album di un viaggiatore, S.156)Concert Paraphrase on Mendelssohn's 'Sommernachtstraum', S.410 (Concerto Parafrasi su di Mendelssohn 'Sommernachtstraum', S.410)Via crucisLa lugubre gondolaHungarian Rhapsody No. 1O lieb so lang du lieben kannst, S.298 (O l'amore finché si può amare, S.298)Fantasy and Fugue on the chorale "Ad nos, ad salutarem undam"6 Melodien von Franz Schubert, S.563 (6 melodie di Franz Schubert, S.563)Nuages gris4 Lieder von Franz Schubert, S.375 (4 brani di Franz Schubert, S.375)Romance, S.169 (Romanticismo, S.169)Weihnachtsbaum (Albero di Natale)2 Polonaises, S.223 (2 Polacche, S.223)Grandes études, S.137 (Grandi studi, S.137)Soirées musicales de Rossini, S.424 (Serate musicali Rossini, S.424)Le rossignol, S.250/1Die Loreley, S.273Réminiscences de Norma, S.394Valses oubliées, S.215 (Forgotten Waltz, S.215)Hungarian Rhapsody No. 15Hungarian Rhapsody No. 11Franz Schuberts geistliche Lieder, S.562 (Canti sacri di Franz Schubert, S.562)Aus Lohengrin, S.446Hungarian Rhapsody No. 5Mazeppa, S.138Ballade No. 1Variationen über das Motiv von Bach, S.180 (Variazioni sul tema di Bach, p.180)Grande étude de perfectionnementTarantelle di bravura d'après la tarantelle de La muette de Portici, S.386Hungarian Rhapsody No. 10Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen, S.179 (Piangendo, lamentando, Temendo, esitante, p.179)Hungarian Rhapsody No. 32 Stücke aus Tannhäuser und Lohengrin, S.445 (2 pezzi di Tannhäuser e Lohengrin, S.445)Hexaméron, S.392 (Hexameron, S.392)Valse-ImpromptuHarmonies poétiques et religieuses I, S.154 (Poetica e religiosa Armonie I, S.154)Hungarian Rhapsody No. 13Ave Maria I, S.20Hungarian Rhapsody No. 9Berceuse, S.174Mephisto Waltz No.2, S.515 (Mephisto Waltz n ° 2, S.515)Venezia e Napoli, S.159O du mein holder Abendstern, S.444 (O du mein titolare Abendstern, S.444)Freudvoll und leidvoll I, S.280 (I gioiosa e dolorosa, p.280)Orpheus, S.98Pilgerchor aus Tannhäuser, S.443 (Coro dei pellegrini dal Tannhäuser, S.443)Hungarian Rhapsody No. 8Magyar dalok, S.242Ave Maria d'Arcadelt, S.183/2Mendelssohns Lieder, S.547 (Mendelssohn Lieder, S.547)Canzone Napolitana, S.248Hungarian Rhapsody No. 4Hungarian Rhapsody No. 14Sarabande and Chaconne from Handel's AlmiraAve verum corpus, S.443 Lieder aus Schillers "Wilhelm Tell", S.292 (3 canzoni di Schiller "Guglielmo Tell", p.292)Grande fantaisie de bravoure sur La clochette, S.420 (Grande coraggio fantasia La campana, S.420)Bagatelle sans tonalitéMissa choralis, S.10Concerto pathétiqueIm Rhein, im schönen Strome, S.272 (Nel Reno, nel bellissimo fiume, S.272)Tasso: Lamento e Trionfo, S.96Enfant, si j'étais roi, S.283 (Bambino, se io fossi re, s.283)Capriccio alla turca sur des motifs de Beethoven, S.388 (Capriccio alla turca per motivi di Beethoven, S.388)Der du von dem Himmel bist, S.279 (Tu che sei del cielo, p.279)En rêve, S.207Comment disaient-ils, S.276 (Come hanno detto, S.276)Ave Maria III, S.60Les adieux, S.409 (Addio, S.409)Malédiction, S.121Du bist wie eine Blume, S.287 (Sei come un fiore, p.287)Miserere du Trovatore, S.433Es muss ein Wunderbares sein, S.314 (Deve essere una meravigliosa, p.314)Ave Maria II, S.38Ave maris stella, S.34La Marseillaise, S.237La romanesca, S.252a (La Romanesca, S.252a)Mephisto Waltz No.3, S.216Am Grabe Richard Wagners, S.135 (Am Grabe Richard Wagner, S.135)OrgelkompositionenScherzo und Marsch, S.177 (Scherzo e marzo, p.177)Mignons Lied, S.275 (Mignon Lied, S.275)Elegy No.1, S.1963 Caprices-Valses, S.214Die drei Zigeuner, S.320 (I tre zingari, p.320)2 Lieder von Robert Schumann, S.567 (2 canzoni di Robert Schumann, S.567)Abschied, S.251 (Addio, p.251)Hungarian Rhapsody No. 19À la Chapelle Sixtine, S.461 (Nella Cappella Sistina, S.461)God Save the Queen, S.235 (Dio salvi la Regina, S.235)Alleluja, S.183/1Études d'exécution transcendante d'après Paganini, S.140 (Studi Trascendentali dopo Paganini, S.140)Hungarian Rhapsody No. 7Fantaisie romantique sur deux mélodies suisses, S.157 (Fantasia romantica su due melodie svizzeri, S.157)Cantico del sol di Francesco d'Assisi, S.4Fantaisie sur des motifs favoris de l'opéra 'La sonnambula', S.393Apparitions, S.155 (Apparizioni, S.155)Réminiscences de Lucia di Lammermoor, S.397Grosses Konzertsolo, S.176 (Gran Concerto Solo, p.176)2 Episoden aus Lenau's Faust, S.110 (2 aus di Lenau Faust Episoden, S.110)S'il est un charmant gazon, S.284 (Se si tratta di un bel prato, S.284)Hohe Liebe, S.307 (Alta Amore, P.307)5 Klavierstücke, S.192 (5 pezzi per pianoforte, S.192)Hamlet, S.104Über allen Gipfeln ist Ruh, S.306 (Sopra tutti i vertici è calmo, p.306)Missa pro organo lectarum celebrationi missarum adjumento inserviens, S.264 (Pro organo lectarum celebrationi Missarum adjumento inserviens Missa, S.264)Marche de Rákóczy, S.244c (Marche de Rakoczy, S.244c)Impromptu, S.191Requiem, S.12 (Requiem S.12)Es war ein König in Thule, S.278 (C'era un re in Thule, p.278)Variation on a Waltz by Diabelli (Variazione su un Valzer da Diabelli)O heilige Nacht, S.49 (O Holy Night, p.49)Christus ist geboren, S.322 Transcriptions d'après Rossini, S.553 (2 Trascrizioni dopo Rossini, S.553)Gaudeamus igitur, S.240Paraphrase de concert sur Ernani II, S.432 (Parafrasi da concerto su Ernani II, S.432)Ballade aus dem Fliegenden Holländer, S.441 (Ballad of Flying Dutchman, S.441)Danza sacra e duetto finale d'Aida, S.436Unstern, S.208 (Sfortunato, p.208)Albumblatt in Walzerform, S.166Nun danket alle Gott, S.61Hungarian Rhapsody No. 17Spinnerlied aus dem Fliegenden Holländer, S.440 (Spinning Song of the Flying Dutchman, S.440)Requiem für die Orgel, S.266 (Requiem per l'Organo, p.266)Elegy No.2, S.1972 Kirchenhymnen, S.669Hunnenschlacht, S.105Feierlicher Marsch zum heiligen Gral aus Parsifal, S.450 (Solenne marzo al Santo Graal di Parsifal, S.450)Illustrations du Prophète, S.414 (Illustrazioni del Profeta, S.414)Walhall aus Der Ring des Nibelungen, S.449 (Valhalla da Der Ring des Nibelungen, S.449)Am stillen Herd, S.448 (Am Herd stillen, S.448)Hungarian Rhapsody No. 16Valse mélancolique, S.210 (Malinconia valzer, S.210)Ich liebe dich, S.315 (Ti amo, p.315)Die Ideale, S.106Missa Solennis, S.9Phantasiestück über Motive aus 'Rienzi', S.439 (Fantasy Pieces su motivi da 'Rienzi', S.439)Klavierstück, S.193 (Piano pezzo, p.193)Hungarian Rhapsody No. 18Réminiscences de 'Robert le diable', S.413 (Reminiscenze di 'Roberto il Diavolo', S.413)Pater noster III, S.41Von der Wiege bis zum Grabe, S.107Andantino pour Emile et Charlotte Loudon, S.163a/2Feuilles d'album, S.165 (Pagine di album, S.165)Hungarian Fantasy (Fantasia Ungherese)Salve ReginaRéminiscences des Huguenots, S.412 (Reminiscenze degli Ugonotti, S.412)Bénédiction et serment, S.396 (Benedizione e Giuramento, S.396)Lenore, S.346Vergiftet sind meine Lieder, S.289 (Avvelenato sono i miei brani, P.289)Franz Liszt's Briefe (Briefe di Franz Liszt)Morceau de salon, S.142Impromptu brillant sur des thèmes de Rossini et Spontini, S.150 (Impromptu brillante su temi di Rossini e Spontini, S.150)Crux!, S.35L'idée fixe, S.470a/1Anima Christi sanctifica me, S.46 (Anima Christi me santificazione, S.46)Kling leise, mein Lied, S.301 (Kling silenzio, la mia canzone, P.301)La cloche sonne, S.238Grande valse di bravura, S.209 (Grande Valse di bravura, S.209)Hungaria, S.1038 Variations, S.1483 Märsche von Franz Schubert, S.426 (3 marce di Franz Schubert, S.426)R.W. - Venezia, S.201Allegro di bravura, S.151Wiegenlied, S.198 (Lullaby, p.198)Illustrations de l'opéra L'Africaine, S.415 (Illustrazioni dell'opera L'Africaine, S.415)Ihr Glocken von Marling, S.328 (I tuoi Campane di Marlengo, p.328)Mephisto PolkaFestklänge, S.101Fantasie über Motive aus Beethovens Ruinen von Athen, S.122 (Fantasia su temi dalle rovine di Beethoven di Atene, P.122)Psalm 23, S.15 (Salmo 23, S.15)Albumblatt in E major, S.164 (Albumblatt in Mi maggiore, S.164)Die drei Zigeuner, S.383 (I tre zingari, S.383)Chanson bohémienne, S.250/2Andante Finale und Marsch aus der Oper König Alfred, S.421 (Andante e Finale marzo dall'opera King Alfred, S.421)Élégie sur des motifs du Prince Louis Ferdinand de Prusse, S.168 (Elegia per motivi di principe Luigi Ferdinando di Prussia, S.168)Andantino espressivo, S.189aSancta Dorothea, S.187Héroïde funèbre, S.102Es rauschen die Winde, S.294 (E correre venti, S.294)CsárdásTantum ergo, S.42Scherzo in G minor, S.153 (Scherzo in sol minore, p.153)Réminiscences des Puritains de Bellini, S.390 (Ricorda il Puritani di Bellini, S.390)Grosse Konzertfantasie über spanische Weisen, S.253 (Grand Concert Fantasy sui modi spagnolo p.253)Pater noster I, S.21Psalm 13, S.13 (Salmo 13, S.13)Galop in A minor, S.218Grande fantaisie sur des motifs de Niobe, S.419 (Grande fantasia per motivi di Niobe, S.419)Deutsche Kirchenlieder, S.669a (Inni tedesco, S.669a)3 Chansons, S.510aDer traurige Mönch, S.348 (La triste monaco, S.348)Marche funèbre de Dom Sébastien de Donizetti, S.402 (Marcia funebre Dom Sébastien Donizetti, S.402)Trauervorspiel und Trauermarsch, S.206 (Preludio funerale e Funeral March, p.206)Marche et Cavatine de Lucie de Lammermoor, S.398 (Camminare e Cavatine Lucie de Lammermoor, S.398)Mazurka brillante, S.221Inno a Maria Vergine, S.39Hymne de l'enfant à son réveil, S.19 (Inno del risveglio figlio, S.19)Aus der Ungarischen Krönungsmesse, S.381 (Dal ungherese Messa dell'Incoronazione, S.381)An den heiligen Franziskus von Paula, S.28 (Al San Francesco di Paola, p.28)In festo transfigurationis Domini nostri Jesu Christi, S.188 (In festo transfigurationis Domini Nostri Jesu Christi, S.188)Die Zelle in Nonnenwerth, S.274 (La cella in Nonnenwerth, p.274)Angiolin dal biondo crin, S.269 (Angiolin Dal biondo Crin, S.269)Le crucifix, S.342 (Le crocifisso, S.342)Schlaflos! Frage und Antwort, S.203La tombe et la rose, S.285 (La tomba e rosa, S.285)Chanson du Béarn, S.236/2Missa quattuor vocum ad aequales, S.8 (Missa quattuor vocum annuncio aequales, S.8)Jeanne d'Arc au bûcher, S.293 (Giovanna d'Arco al rogo, S.293)Freudvoll und leidvoll II, S.280bis (II gioiosa e dolorosa, S.280bis)Russischer Galop, S.478 (Russo Galop, S.478)O salutaris hostia I, S.40Réminiscences de La juive, S.409a (Reminiscenze di ebrei, S.409a)A magyarok Istene, S.339 (Un magyarok Istene, S.339)2 Vortragsstücke, S.268 (2 Vortragsstücke, p.268)5 Ungarische Volkslieder, S.245 (5 Folksongs ungheresi, p.245)Glanes de WoroninceGrande paraphrase de la Marche pour le Sultan Abdul-Medjid Khan, S.403Der blinde Sänger, S.350 (Der Blinde Sanger, S.350)Ora pro nobis, S.262Morgens steh ich auf und frage, S.290 (La mattina mi alzo e chiedo, p.290)Christus ist geboren, S.31Cantantibus organis, S.7O salutaris hostia II, S.43Receuillement, S.204 (Contemplazione prima, S.204)Te Deum II, S.27Was Liebe sei, S.288 (Che cosa è l'amore, p.288)5 Choruses with French texts, S.18 (5 Chorus con testi in lingua francese, S.18)Ein Fichtenbaum steht einsam II, S.309bis (Un albero di abete si erge solitario II, S.309bis)Ein Fichtenbaum steht einsam I, S.309 (Un albero di abete si erge I solitario, S.309)Pio IX, S.261Ossa arida, S.55 (Ossa Arida, S.55)Bist du, S.277Ich möchte hingehn, S.296 (Voglio andare lì un giorno, p.296)Grand duo concertant sur le 'Le marin', S.128 (Gran duo concertante su 'Marine', S.128)Rondo di bravura, S.152Fantaisie sur des motifs de La pastorella dell'Alpi e Li marinari des Soirées musicales, S.423Die Glocken des Strassburger Münsters, S.6 (Le campane della cattedrale di Strasburgo, p.6)O sacrum convivium, S.58Mosonyis Grabgeleit, S.194O Meer im Abendstrahl, S.344 (O mare di sera fascio, p.344)Pater noster II, S.29Wagner-Liszt AlbumBülow-Marsch, S.230Sancta Caecilia, S.343J'ai perdu ma force et ma vie, S.327 (Ho perso la mia forza e la mia vita, S.327)Pro Papa, S.59Des toten Dichters Liebe, S.349 (Di amore del poeta morto, S.349)In domum Domini ibimus, S.57Wer nie sein Brot mit Tränen aß, S.297 (Chi non ha mai mangiato il pane di lacrime, p.297)Dem Andenken PetőfisBlume und Duft, S.324 (Fiore e fragranza, p.324)Gestorben war ich, S.308 (Morto Ero S.308)Fantaisie sur l'opéra hongroise Szép Ilonka, S.417 (Fantasia sull'opera ungherese Szép Ilonka, S.417)Go Not, Happy Day, S.335 (Vai Not, Happy Day, S.335)In Liebeslust, S.318 (In amore lussuria, p.318)Die tote Nachtigall, S.291 (L'usignolo morti, P.291)Ländler in A-flat major, S.211 (Ländler in la bemolle maggiore, S.211)Gastibelza, S.286Rosario, S.56Grande fantaisie sur la tyrolienne de l'opéra La fiancée de Auber, S.385 (Grande fantasia sulla tirolese Opera Sposa di Auber, S.385)La notte, S.112/2Prélude à la Polka d'Alexandre Porfiryevitch Borodine, S.207a (Preludio alla Polka Porfiryevitch Alexander Borodin S.207a)Introduction et Polonaise de l'opéra 'I puritani', S.391 (Introduzione e Polonaise dall'opera "I Puritani ', S.391)Les Sabéennes, S.408 (La Saba, S.408)Petite valse favorite, S.212 (Petite Valse preferito, S.212)Anfangs wollt' ich fast verzagen, S.311 (Inizialmente avrei quasi disperazione, p.311)Il m'aimait tant, S.271Gebet, S.331Die heilige Cäcilia, S.5 (Die Heilige Cäcilia, S.5)Te Deum I, S.24Die Legende von der Heiligen Elisabeth, S.2 (La leggenda della Santa Elisabetta, p.2)Magyar rapszódiák, S.242Responsorien und Antiphonen, S.30Lasst mich ruhen, S.317 (Lasciatemi riposare, S.317)Schlummerlied mit Arabesken, S.454 (Lullaby con arabeschi, S.454)Pax vobiscum!, S.64O Roma nobilis, S.54Schwebe, schwebe, blaues Auge, S.305 (Limbo, limbo, occhio nero, p.305)Faribolo Pasteur, S.236/1La perla, S.326Domine salvum fac regem, S.23 (Domine salvum fac Reghem, S.23)Les morts, S.112/112 SongsDie Vätergruft, S.281 (La tomba padri, p.281)Einsam bin ich, nicht allein, S.453 (Solitario io non sono solo, S.453)Beethovens Lieder von Goethe, S.468Heroischer Marsch in ungarischem Stil, S.231 (Heroic marzo in stile ungherese, p.231)Halloh!, S.404Le triomphe funèbre du Tasse, S.112/3Grande fantaisie sur des motifs de La serenata e L'orgia des Soirées musicales, S.422 (Grande fantasia per motivi di La serenata e orgia Le serate musicali, S.422)Die Seligkeiten, S.25 (Le Beatitudini, p.25)Der Herr bewahret die Seelen seiner Heiligen, S.48 (Il Signore custodisce le anime dei suoi santi, p.48)Die stille Wasserrose, S.321Muttergottes-Sträusslein zum Mai-Monate, S.316 (Madre di Dio mazzo maggio-mese, p.316)Wartburg-Lieder, S.345Festmarsch zur Säcularfeier von Goethes Geburtstag, S.227 (Difficile marzo a Säcularfeier di compleanno di Goethe, p.227)Historische ungarische Bildnisse, S.205 (Ungheresi storici Portraits, p.205)Weimars Volkslied, S.313Wie singt die Lerche schön, S.312 (Come l'allodola canta splendidamente, P.312)Mariengarten, S.62Septem sacramenta, S.52Die Macht der Musik, S.302 (Il potere della musica, p.302)Nimm einen Strahl der Sonne, S.310 (Prendi un raggio di sole, p.310)Jugendglück, S.323 (Fortuna Gioventù, p.323)Tyrolean Melody, S.385a (Tirolese Melody, S.385a)Do Not Reproach Me, S.340a (Non rimproverarmi, S.340a)Nuits d'été à Pausilippe, S.399 (Summer Nights a Posillipo, S.399)Wieder möcht ich dir begegnen, S.322 (Ancora una volta, mi piacerebbe conoscerti, p.322)Einst, S.332Hussitenlied, S.234Carrousel de Madame Pelet-Narbonne, S.214a (Carrousel de madame Pelet-Narbonne, S.214a)Qui seminant in lacrimis, S.63Seconde marche hongroise, S.232Die Fischerstochter, S.325 (La figlia del pescatore, P.325)Le vieux vagabond, S.304 (Il vecchio vagabondo, S.304)Qui Mariam absolvisti, S.65Ich scheide, S.319 (Parto, p.319)Isten veled, S.299 (Veled Isten, S.299)An Edlitam, S.333 (Un Edlitam, S.333)Magyar király-dal, S.340 (Magyar Király-dal, S.340)Festgesang, S.26Ungarischer Sturmmarsch, S.119 (Ungherese Sturmmarsch, p.119)RapsodieSlavimo slavno, Slaveni!, S.33Sei still, S.330 (Sei ancora, S.330)Wo weilt er?, S.295Der Glückliche, S.334 (The Happy, S.334)Ungarische Krönungsmesse, S.11 (Ungherese Messa dell'Incoronazione, p.11)Epithalam, S.129Und wir dachten der Toten, S.338 (E abbiamo pensato che i morti, p.338)Des Tages laute Stimmen schweigen, S.337 (Voci forti della giornata sono in silenzio, p.337)Verlassen, S.336 (Partire, p.336)Psalm 129, S.16Valse de concert, S.430Album-Leaf 'Introduction to the Grande Étude de Paganini No.6', S.141/6bisWeimars Toten, S.303Leyer und Schwerdt, S.452 (Lira e la spada, S.452)Buch der Lieder (Libro delle odi)Album-Leaf 'Fuga sur Danse Macabre', S.555bisFestmarsch zur Goethe-Jubiläumfeier, S.115 (Difficile marcia verso il Goethe-anniversario, p.115)Psalm 137, S.17Vive Henri IV, S.239Ungarischer Marsch zur Krönungsfeier in Ofen-Pest am 8. Juni 1867, S.118Und sprich, S.329 (E dire, S.329)Mihi autem adhaerere, S.373 Album Leaves 'Magyar', S.164eConsolations and Liebesträume for the PianoSankt Christoph, S.47Wir sind nicht Mumien, S.90/3Album-Leaf 'Prélude Omnitonique", S.166eVom Fels zum Meer!, S.229Album-Leaf, S.164dKünstlerfestzug zur Schillerfeier 1859, S.114 (Künstlerfestzug di Schiller celebrazione del 1859, p.114)Vereins-Lied, S.90/1Album-Leaf 'Fugue chromatique' - Allegro in G minor, S.167jEarly and Late Piano Works (Precoci e tardivi Piano Works)Album-Leaf in A major 'Friska', S.166kAlbum-Leaf 'Preludio', S.164jDances for Piano SoloRéminiscences de Lucrezia Borgia, S.400Allegro Maestoso, S.692cAlbum-Leaf 'B.A.C.H Fragment', S.166tAlbum-Leaf 'Serenade', S.166gAlbum-Leaf 'Quasti Mazurek in C major', S.163eSymphonische Dichtungen für das Pianoforte zu vier Händen (Poemi sinfonici per pianoforte a quattro mani)Szózat und Hymnus, S.353Album-Leaf 'Lyon Prélude', S.166dMarche funèbre, S.226aPréludes et Harmonies poétiques et religieuses, S.171dAlbum-Leaf in E-flat major, S.167kAlbum-Leaf, S.167hFestpolonaise, S.230aAlbum-Leaf 'Berlin Preludio', S.164gSymphonische Dichtungen für zwei Pianoforte (Poemi sinfonici per due pianoforti)Album-Leaf 'Braunschweig Prélude', S.166fPensées, S.168bFranz Liszts Briefe an Carl Gille (Lettere di Franz Liszt a Carl Gillespie)12 Grand StudiesRomance oubliée, S.527 (Romance dimenticato, S.527)Chöre zu Herders Entfesseltem Prometheus, S.69 (Choruses a di Herder Prometeo scatenato, p.69)Klavierstück in E-flat minor, S.692nAn die Künstler, S.70 (Per l'artista, p.70)Marche hongroise de Szabady, S.572Das deutsche Vaterland II, S.74/2Festmarsch nach Motiven von E.H.z.S.-C.-G., S.1162 Waltzes, S.126b (2 Valzer, S.126b)Alte deutsche geistliche Weisen, S.50 (Vecchi modi spirituali tedeschi, p.50)Ave Maria IV, S.341Des Bohémiens et de leur musique en Hongrie (Bohemians e la loro musica in Ungheria)Don Sanche, S.1Fantasy on Themes from Mozart's Figaro and Don GiovanniGaudeamus igitur, S71aMélodies hongroises d'après Franz Schubert, S.425 (Melodie ungheresi di Franz Schubert, S.425)Romancero espagnol, S.695cRákóczi-Marsch, S.117Salve Polonia, S.113/2Schubert's Impromptus, S.565b (Di Schubert Impromptus, S.565b)Soirées italiennes, S.411 (Serate italiane, S.411)2 Ungarische Werbungstänze, S.2413 Morceaux suisses, S.156aL'Idée fixe, S.395Pater noster IV, S.22Ungarischer Romanzero, S.241a (Ungherese Romanzero, S.241a)Variations brillantes sur un thème de Rossini, S.149Aus der Musik von Eduard Lassen, S.496Festvorspiel, S.226 (Festival preliminari, p.226)Geharnischte Lieder, S.511 (Canzoni Geharnischte, S.511)Huldigungsmarsch, S.228 (Huldigungsmarsch, p.228)Hymne de la nuit, S.173a/1Marche hongroise, S.233bMarche héroïque, S.510Polonaises de l'oratorio St. Stanislaus, S.519Resignazione, S.187a/bStabat Mater, S.172bUn portrait en musique, S.190 (Un ritratto in musica, S.190)Ungarische Nationalmelodien, S.243 (Ungheresi Melodies nazionali, p.243)Urbi et Orbi, S.184Vexilla regis prodeunt, S.185Buch der Lieder I, S.531 (Book of Songs I, S.531)Csárdás macabre, S.224Galop de bal, S.220Hymne du matin, S.173a/2Invocation, S.172c (Invocazione, S.172c)Klavierstück aus der Bonner Beethoven-Kantate, S.507 (Piano pezzo dal Bonn Beethoven Cantata, S.507)Mephisto Waltz No.4, S.216bSiegesmarsch, S.233a (Marzo Vittoria, S.233a)Toccata, S.197aUngarischer Geschwindmarsch, S.233 (Ungherese Geschwindmarsch, p.233)Buch der Lieder II, S.535–540 (Libro delle odi II, S.535-540)
Wikipedia
Franz Liszt (in ungherese Liszt Ferenc, in tedesco anche Franz von Liszt; Raiding, 22 ottobre 1811 – Bayreuth, 31 luglio 1886) è stato un compositore, pianista, direttore d'orchestra e organista ungherese del periodo romantico.
Uno dei grandi virtuosi del pianoforte dell'Ottocento, Franz Liszt iniziò la sua carriera pianistica a Vienna, dove studiò pianoforte con Carl Czerny. Si trasferì poi a Parigi, dove iniziò una fortunatissima carriera concertistica, che lo portò a esibirsi in tutt'Europa.
Il suo contributo allo sviluppo della tecnica pianista è stato cruciale nella storia dello strumento. Inoltre, a lui si deve l'invenzione della forma concertistica del recital pianistico.
Durante la sua carriera, Liszt contribuì a diffondere la musica di molti compositori a lui contemporanei. Importanti sono state al riguardo le sue trascrizioni ed esecuzioni di musiche di Beethoven e Schubert. Legato a Fryderyk Chopin e a Robert Schumann da amicizia e stima, fu particolarmente legato a Richard Wagner, di cui era suocero, avendo questi sposato la figlia Cosima, e di cui fu ardente sostenitore, contribuendo alle sue prime affermazioni.
Nel 1865 divenne accolito della Chiesa Cattolica. Inoltre, fu terziario francescano e canonico nella cattedrale di Albano Laziale (Roma).
Franz Liszt nacque il 22 ottobre 1811, a Raiding, da Adam Liszt e Anna Liszt. Il padre, funzionario al servizio del Principe Nicola Esterhazy di Galantha, era un musicista e cantante dilettante, che durante i suoi anni alla corte Esterhazy aveva conosciuto Franz Joseph Haydn e Johann Nepomuk Hummel. Liszt fu avviato allo studio della musica dal padre.
Dimostrato un precoce talento musicale, a undici anni Liszt si trasferì con la famiglia a Vienna, dove studiò composizione con Salieri e pianoforte con Czerny. Nel 1822, a Parigi, studiò teoria e composizione con Paer, ma non fu accettato al Conservatorio della capitale da Cherubini, perché non erano ammessi studenti stranieri. Durante il soggiorno parigino, debuttò con l'opera lirica Don Sanche, che però non ebbe successo. Nel 1825, quando era già conosciuto come pianista, suonò a Londra al cospetto di re Giorgio IV. Nel 1826 fu in tournée in Francia e Svizzera, pur proseguendo gli studi con Reicha.
Dopo la morte del padre, avvenuta nel 1827, Liszt interruppe l'attività concertista e si stabilì a Parigi, dove si dedicò all'insegnamento. Nel 1830 assistette alla prima esecuzione della Sinfonia Fantastica di Hector Berlioz; conobbe Felix Mendelssohn e Fryderyk Chopin. Nel 1832, assistette a un concerto di Niccolò Paganini, da cui trasse ispirazione per riprendere l'attività pianista e dedicarsi allo studio approfondito dei problemi della tecnica pianistica. Nel 1833 incontrò la contessa Marie d'Agoult e l'anno seguente George Sand. Sono di questi anni le prime stesure dei 12 Studi d'esecuzione trascendentale, dei Grandes études de Paganini e la trascrizione della Sinfonia fantastica.
Tra il 1835 e il 1839 Liszt intraprese un lungo viaggio-fuga con Marie d'Agoult, che abbandonò il marito e le due figlie. Inizialmente giunsero in Svizzera, che ispirerà al musicista l'Album d'un voyageur e il primo libro delle Années de pèlerinage. Nel dicembre 1835 nacque la loro prima figlia Blandine. Nel frattempo Liszt non trascurò la sua attività di pianista (andando a costruire per tentativi l'archetipo del recital moderno) e tornò a Parigi per difendere la sua notorietà, specie nei confronti di Thalberg, con il quale ingaggiò una sfida musicale organizzata dalla principessa di Belgiojoso.
Nel 1837 Liszt e Marie d'Agoult giunsero in Italia, dove nasceranno Cosima e Daniel. Soggiornarono in particolare sul Lago di Como, a Venezia e a Milano (dove si avvierà una pesante polemica con il pubblico italiano, assolutamente digiuno di musica strumentale), Firenze, Roma e San Rossore. Gli incontri e le amicizie che si intrecciarono furono molti e fecondi (Rossini, Bartolini, Ingres, Sainte-Beuve). A questa esperienza si rifanno moltissime pagine musicali, tra le quali il secondo libro delle Années de pèlerinage. Molti sono anche gli scritti che Liszt pubblicò in relazione a questo viaggio e alla condizione musicale dell'epoca (soprattutto le Lettres d'un Bachelier ès Musique). Tuttavia, secondo alcuni studiosi, questi articoli, pur esprimendo il pensiero del musicista, erano frutto della penna di Marie d'Agoult.
Nel 1840 incontrò due persone che si riveleranno fondamentali: Robert Schumann e Richard Wagner. Con quest'ultimo, il sodalizio, in nome del progetto di una musica per l'avvenire, fu immediato e trasformò il Liszt pianista, ormai idolo delle folle in senso pienamente moderno, in uno dei più accesi sostenitori dell'arte totale wagneriana. Di questo scambio di idee è testimonianza il carteggio tra i due compositori.
I concerti in giro per il mondo si susseguirono frenetici. Nel 1844 interruppe il rapporto con Marie d'Agoult e, nel 1847, conobbe a Kiev la principessa Carolyne zu Sayn-Wittgenstein, con la quale si trasferì in Polonia. Insediatosi a Weimar, nel 1848 iniziò la composizione del poema sinfonico Les préludes e del poema sinfonico Ce qu'on entend sur la montagne.
A Weimar fu molto attivo anche come insegnante di musica; fra i suoi allievi vi furono diversi celebri musicisti e compositori come Hans von Bülow, Emil von Sauer, Wendelin Weißheimer, Carl Tausig, Franz Bendel, Peter Cornelius, Hans von Bronsart, August Stradal, Karl Klindworth, Conrad Ansorge, Julius Reubke, Adele aus der Ohe, Rudolph Viole, Josef Weiß, Laura Rappoldi, Antal Siposs, Károly Aggházy, Eduard Lassen, Joseph Joachim e molti altri.
Durante la rivolta di Dresda del 1849, Liszt aiutò il rivoluzionario Wagner a fuggire in Svizzera. Furono anni di febbrile creatività. Tra i moltissimi capolavori cui diede vita, figurano il poema sinfonico Mazeppa, la Sonata, i due concerti per pianoforte ed orchestra, il Totentanz e centinaia di pezzi pianistici. Nel 1861, durante un viaggio a Parigi, suonò per Napoleone III e conobbe Georges Bizet. Lo stesso anno a Roma non poté sposare la zu Sayn-Wittgenstein perché quest'ultima non era riuscita ad ottenere l'annullamento del precedente matrimonio. In questo periodo Liszt tuttavia iniziò a manifestare un forte impulso religioso.
Nel 1862 compose il Cantico del sol di san Francesco d'Assisi; nello stesso anno morì la primogenita Blandine. Decise di entrare nel monastero della Madonna del Rosario di Roma, certo che solo la fede avrebbe potuto essergli di vero conforto. La relazione tra la figlia Cosima e Wagner (nel 1865 ebbero una figlia, Isolde, cui seguirono Eva nel 1867, e Siegfried Wagner nel 1869) minarono i rapporti con quest'ultimo. Nel 1864, in memoria di Blandine, scrisse La Notte.
Nel 1865 ricevette in Vaticano la tonsura e gli ordini minori. Spesso viene indicato d'ora in poi come Abbé Liszt, ma ovviamente il titolo è meramente onorifico, data la personalità dell'uomo che vestiva quell'abito talare, poiché gli ordini minori non danno diritto di per sé al titolo di Abbé (che in francese trova un uso analogo all'italiano Padre o Don). La sua vena compositiva si volse sempre più verso la musica sacra: compose la Missa Choralis e il Christus (1867). Nell'ultimo periodo della sua vita, Franz Liszt lavorò incessantemente come compositore e organizzatore di eventi musicali a Weimar e Lipsia insieme al pianista russo Alexander Ilyich Siloti. Apprezzò moltissimo la musica russa, ammirò il Gruppo dei Cinque e conobbe personalmente Aleksandr Porfir'evič Borodin, che andò a trovarlo due volte a Weimar. In Germania, durante il festival di Bayreuth del 1886, chiamato anche "festival wagneriano" (festival creato da Wagner), Liszt si ammalò gravemente di polmonite e morì il 31 luglio dello stesso anno.
Il suo catalogo include numerosi lavori sinfonici a programma, tre concerti per pianoforte e orchestra, un numero elevato di pezzi per pianoforte, oltre a un repertorio di pezzi per organo che cambieranno il volto organistico tedesco per sempre.
Vari dei suoi pezzi sono entrati nel repertorio della musica classica e sono conosciuti da un vasto pubblico; tra essi la celeberrima Rapsodia ungherese n. 2 in Do Diesis Minore, il Sogno d'amore n. 3, il Mefisto valzer, la Ballata in Si minore, il Concerto in Mi Bemolle Maggiore e la Sonata in Si Minore.
Le fonti affidabili che possano dare un'idea dello stile pianistico di Liszt negli anni '20 del 1800 sono poche. Secondo la testimonianza di Carl Czerny, Liszt era dotato di un talento pianistico naturale e nelle sue interpretazioni si lasciava guidare dal coinvolgimento emotivo. Nelle recensioni dei suoi concerti erano elogiate la brillantezza, la forza e la precisione del suo stile pianistico. Il suo repertorio consisteva principalmente in pezzi della scuola Viennese brillante, come i concerti di Johann Nepomuk Hummel e le opere del suo ex insegnante Carl Czerny. Le parti dedicate all'improvvisazione erano spesso presenti nei suoi concerti.
Franz Liszt è considerato uno dei più grandi virtuosi dell'800, se non di tutti i tempi. Con le sue composizioni, Liszt ha contribuito a espandere il repertorio tecnico del pianoforte. Sono, infatti, da ricordursi a lui importanti sviluppi nella tecnica delle ottave e degli arpeggi, e lo sviluppo di diteggiature originali, come per esempio l'impiego dei pollici nelle melodie per creare un effetto di cantabile.
Una volta che Liszt iniziò nuovamente la sua carriera come pianista dopo che era stata interrotta dalla morte del padre nel 1827, il suo modo di suonare raramente era limitato alla sola musica. Le sue espressioni facciali e la sua gestualità riflettevano ciò che stava suonando, tanto da essere preso spesso in giro dalla stampa del tempo. Spesso si concedeva delle stravaganti libertà nelle interpretazioni delle partiture. Si suppone che Hector Berlioz raccontò di come Liszt aggiunse cadenze, tremoli e trilli quando interpretò la Sonata per pianoforte n. 14 (Beethoven), creando una scena drammatica, cambiando il tempo da Largo in Presto; ciò non si può constatare con certezza, poiché questa affermazione non è riportata in nessun documento scritto fino a noi pervenuto.
Durante i suoi anni come un virtuoso itinerante, Liszt tenne una serie di concerti in tutta Europa, il suo repertorio era centrato sulle sue composizioni, parafrasi e trascrizioni. Analizzando i concerti che tenne tra il 1840 e il 1845, si osserva che i cinque brani più eseguiti furono il Grand Galop Chromatique, Der Erlkönig da Franz Schubert (trascrizione a cura di Liszt stesso), Réminiscences de Don Juan, Réminiscences de Robert le Diable e Réminiscences de Lucia de Lammermoor. Tra le opere di altri compositori, si incontrano composizioni come Invito alla danza di Carl Maria von Weber, le Mazurche di Frédéric Chopin, studi di compositori come Ignaz Moscheles, Chopin e Ferdinand Hiller, oltre alle opere maggiori di compositori come Beethoven, Weber, Hummel e, di tanto in tanto, includeva opere di Bach, Händel e Domenico Scarlatti.
La maggior parte dei concerti a quell'epoca erano condivisi tra vari artisti, perciò Liszt suonò spesso accompagnando cantanti o come solista insieme ad un'orchestra. Le opere che interpretò con maggior frequenza furono il Konzertstück di Weber, il Concerto "Imperatore", la Fantasia corale di Beethoven e la revisione del suo Hexaméron, per piano e orchestra. Il suo repertorio di musica da camera includeva il Septeto di Hummel, il Trio Arciduca e la "Sonata a Kreutzer" di Beethoven, oltre a una grande selezione di brani di compositori come Gioachino Rossini, Gaetano Donizetti, Beethoven e, in special modo, Schubert. In alcuni concerti Liszt non riusciva a trovare musicisti con cui condividere il programma ed è stato pertanto il primo musicista ad eseguire un recital per pianoforte solista. Il termine fu coniato dalla casa editrice Frederick Beale, che lo suggerì per il concerto di Liszt all'Hanover Square Rooms di Londra il 9 giugno 1840, anche se Liszt aveva dato i primi concerti solistici nel marzo 1839.
I riferimenti alla figura di Liszt non si limitano solamente agli ambienti musicali, ma si trovano anche in letteratura e nel cinema. Ad esempio, nel racconto Edward the Conqueror (1953), di Roald Dahl, una donna crede che Franz Liszt si sia reincarnato nel suo gatto. Questa storia fa parte della serie televisiva Tales of the Unexpected, trasmessa per la prima volta nel 1979.
Spesso si è usata la sua immagine per coniare monete o nell'emissione di francobolli, in molti casi, per segnare gli anniversari di nascita o di morte. In Ungheria fu coniata una moneta da due pengő in uso dal 10 agosto 1936 fino al 31 gennaio 1942, dove si può leggere il motto «LISZT FERENC A NAGY MAGYAR ZENEKÖLTO EMLÉKÉRE, 1811-1886», traducibile come "In memoria di Franz Liszt, il grande compositore ungherese.".
La sua immagine è stata utilizzata anche per fare statue o busti commemorativi in varie città d'Europa, come ad esempio Eisenstadt, Vienna, Weimar, Raiding, Bayreuth, Kalocsa, Budapest, Mecseknádasd e Kiev, tra le altre.
Dal 1986, cento anni dopo la morte del compositore, si svolge ogni tre anni il prestigioso Concorso Pianistico Internazionale Franz Liszt a Utrecht.
L'asteroide 3910 Liszt, scoperto il 16 settembre del 1988 da Eric Walter Elst, ha questo nome in onore del compositore ungherese.
Nel 1999, dopo quindici anni, l'etichetta di casa "Hyperion" ha concluso la registrazione dell'opera completa per pianoforte solo di Liszt in un totale di novantaquattro CD, riunita in cinquantasette volumi. Tutti i lavori sono stati registrati dal pianista australiano Leslie Howard.
Sulla vita di Franz Liszt sono stati girati vari film in molteplici occasioni. Nel 1955, nel film francese Lola Montès, regia di Max Ophüls, Liszt appare impersonato dall'attore tedesco Will Quadflieg. Nel 1960 è stato girato Sogno d'amore (il titolo originale era Song Without End), che si basava sulla vita del compositore ed è stato diretto da Charles Vidor, prima di essere sostituito a metà ripresa da George Cukor, dopo la morte del primo; l'attore Dirk Bogarde interpretava il ruolo di Liszt. La vita di Liszt fu nuovamente la trama di un film nel 1975 nelle mani del regista inglese Ken Russell. Il film è stato chiamato Lisztomania e i personaggi sono stati interpretati da Roger Daltrey, nel ruolo del compositore ungherese, e da Paul Nicholas, in quello di Richard Wagner.
Inoltre, le sue composizioni sono state utilizzate come parte della colonna sonora di più di 170 film, tra cui:
Inoltre la Rapsodia ungherese n. 2 è stata utilizzata in diversi film, come:
Il Liebestraum n º 3 (Sogno d'amore) è un altro brano che è stato ampiamente utilizzato e può essere ascoltato in:
Un brano che è stato utilizzato nel cinema, è Il poema sinfonico Les préludes che si può sentire in sette episodi di Tiny Toon Adventures
Lisztomania è un termine usato per descrivere il furore dei fan verso il pianista ungherese durante le sue performance nel diciannovesimo secolo. Tale furore per la prima volta si manifestò a Berlino (1841); il termine è stato successivamente coniato da Heinrich Heine il 25 aprile del 1844, analizzando la stagione concertistica dell'anno a Parigi. La Lisztomania è stata caratterizzata dagl'intensi livelli di isteria dimostrata dai fan.
Non ci fu nessuna causa nota per Lisztomania, ma ci sono stati dei tentativi di spiegare la condizione. Heine ha cercato di spiegare la causa della Lisztomania nella stessa lettera in cui per primo usò il termine.
Dana Gooley sostiene che diverse persone hanno attribuito la causa della Lisztomania nel pubblico di Berlino a diversi fattori, in base alle loro inclinazioni politiche ed al momento; inoltre, coloro che hanno avuto una visione progressiva della cosa, pensavano che lo sfogo di emozioni da parte del pubblico di Berlino fosse in gran parte un effetto collaterale del loro stato repressivo e censorio. L'opposta visione, positiva verso la Lisztomania, sosteneva che era una risposta alla grande benevolenza e carità di Liszt.
A Liszt sono intitolati il cratere Liszt su Mercurio e l'Aeroporto Internazionale di Budapest.